Cosa avviene al mio primo appuntamento?
Durante il primo appuntamento verrà puntualizzata la patologia con la causa della malattia e verranno valutati i migliori trattamenti adatti al suo caso. ×
Sono un nuovo paziente, come verrò trattato?
Durante il nostro incontro, nel caso necessitasse un intervento di protesi, verranno discusse e valutate tutte le metodiche chirurgiche in modo chiaro, con modalità, finalità, rischi e vantaggi dell'intervento proposto. ×
Quando è necessario sottoporsi a un intervento di protesi di ginocchio?
Quando il dolore diventa intenso e condiziona il proprio stile di vita, impedendo di svolgere le attività quotidiane come passeggiare, dormire, portare pesi anche come le borse della spesa. ×
L'intervento di protesi di ginocchio è sicuro?
Oggi questo tipo di intervento è altrettanto sicuro come quello della sostituzione dell'anca, anche se il ginocchio è una articolazione più complessa e meno stabile ×
Quanto dura il periodo di recupero in seguito ad una sostituzione del ginocchio con protesi?
Il periodo di recupero post operatorio è breve e in molti casi per protesi mono-compartimentali, in cui viene sostituita solo una parte del ginocchio (perchè si riscontra che questa è la sola parte ammalata) il paziente può iniziare ad alzarsi dal giorno dopo la fisioterapia e il carico. ×
Fino a che età posso prendere in considerazione un intervento di protesi di ginocchio?
L'età non costituisce un problema, molte persone oltre gli 80 anni sono state da me operate con successo ×
Come verrà scelta la protesi che più mi si addice?
La scelta del tipo di protesi è ddalla conformazione dell'osso, dal peso e dalle dimensioni articolari. La pianificazione pre-operatoria permette di scegliere il modello, tipo e taglia più adatta al paziente. ×
Quali complicanze comporta l'intervento di protesi di ginocchio?
La procedura chirurgica è ormai contemplata fra gli interventi di routine. Per questa ragione le possibili complicanze non devono essere motivo di preoccupazione ma, piuttosto, essere considerate come parte di un'informazione accurata per il paziente. I possibili rischi, quali infezioni e trombosi, vengono discussi e valutati insieme al paziente. ×
Cosa succede dopo l'intervento?
Al termine dell'intervento ilk paziente viene trasferito nella camera di degenza dove verrà, in caso di protesi di ginocchio totale, monitorato e trattato con specifici farmaci antidolore. ×
Ho bisogno di una protesi di ginocchio, ma ho molta paura del dolore, mi può rassicurare?
Il trattamento del dolore ha inizio durante l'intervento e prosegue per tutto il periodo di recupero, come discusso con l'anestesista. Il controllo del dolore è da me considerato una parte importante alemeno quanto l'intervento stesso. ×
In seguito all'intervento di protesi di ginocchio quanto dovrò stare in ospedale? Cosa mi devo aspettare durante la mia degenza?
La degenza media dopo l'intervento è di 5 giorni. Dal giorno successivo all'intervento il paziente viene seguito da un fisioterapista dedicato al ripristino della tonicità muscolare con programma di riabilitazione specifico per il recupero della deambulazione e della mobilità articolare. ×
Una volta dimesso dovrò fare fisioterapia?
Spesso non è necessario il ricovero in strutture di riabilitazione ma solo un trattamento ambulatoriale fisioterapico.
Per i primi 7/10 giorni è indicato l'uso delle stampelle fino al recupero degli obiettivi di totale autosufficenza. ×
Dottore, quale tipo di protesi usa normalmente e perchè?
Negli ultimi anni, anche in rapporto a linee guida internazionali, mi sono orientato sempre più verso l'utilizzo di protesi MONOCOMPARTIMENTALI.
Queste protesi, se correttamente impiantate, permettono una ripresa quasi totale del normale movimento esssendo solo un rivestimento della zona ossea scoperta del femore e della tibia e di una sola porzione del ginocchio, essendo il restante comparto privo di lesioni.
Il ripristino della funzione è perciò rapidissimo e con impaccio minimo.
Per tali ragioni consiglio una visita precoce presso lo specialista per evitare danni diffusi all'articolare che non permetterebbero l'impianto di tale sistema mini-invasivo. ×
Quando è necessario sottoporsi a un intervento di protesi di anca?
E' necessario sottoporsi ad intervento di protesi di anca quando il dolore limita l'attività quotidiana e la deambulazione non è più stabile. ×
L'intervento di protesi di anca è sicuro?
L'intervento di protesi d'anca è quello da più tempo eseguito fra le protesi di articolazione, possiamo considerarlo sicuro per risultati a breve e lungo termine. ×
Quanto dura il periodo di recupero in seguito ad una sostituzione di anca con protesi?
Il periodo di recupero dipende anche dalle condizioni iniziali del paziente, ma mediamente il recupero per una normale attività quotidiana va dai 30 ai 60 giorni. ×
Fino a che età posso prendere in considerazione un intervento di protesi di anca?
Direi che fino a oltre 80 anni è possibile sottoporsi a questo intervento, naturalmente in rapporto alle patologie associate. ×
Come verrà scelta la protesi che più mi si addice?
La scelta della protesi dipende dalla forma diversa dell'articolazione da paziente a paziente, soprattutto del femore e dalle deformità acquisite. Esistono tantissime forse di protesi. ×
Quali complicanze comporta l'intervento di protesi di anca?
Le complicanze più comuni, intorno al 1%-2% sono le infezioni e le trombosi venose, per tale ragione, verrà sempre eseguita una terapia antibiotica, antiembolica profilattica. ×
Cosa succede dopo l'intervento?
Dopo l'intervento il paziente inizia una mobilizzazione dell'anca in prima giornata e inizia la ripresa della deambulazione in seconda giornata con un carico con bastone. ×
In seguito all'intervento di protesi di anca quanto dovrò stare in ospedale? Cosa mi devo aspettare durante la mia degenza?
La degenza media è di 4-5 giorni durante la quale verranno controllati gli esame ematici e verrà proseguita una terapia antidolorifica. ×
Una volta dimesso dovrò fare fisioterapia per l'anca?
Il trattamento riabilitativo per il recupero della forza muscolare del gluteo e del quadricipite inizierà già in seconda giornata per il recupero rapido della deambulazione. Una volta dimesso sarà indispensabile un ciclo di fiosioterapia per il recupero della mobilità dell'anca e della ripresa delle scale e della guida della macchina e il corretto uso degli igienici. ×
Come verrà scelta la protesi d'anca che più mi si addice?
Le protesi d'anca che io utilizzo ultimamente sono non cementare e a stabilità immediata sia per la parte del femore che per la parte acetabolare. La forma della protesi dipende dal paziente e dalla sua patologia. ×