• Sergio Freschi

Tunnel Carpale - Una tecnica mini invasiva




La sindrome del tunnel carpale, cioè la compressione del nervo mediano nel canale carpale, è la patologia ortopedica più comune.


Il paziente, e più spesso la paziente, si rivolge al medico con forte dolore e parestesie, cioè scarsa o grave insensibilità alle prime tre dita della mano.


Questo è dovuto al restringimento del canale carpale(tunnel) o alla flogosi dei tendini flessori che scorrono insieme al nervo mediano che compresso e intrappolato in un tunnel fibroso inestensibile provoca i sintomi suddetti.


L'intervento di decompressione del tunnel carpale è in assoluto l’intervento più eseguito nelle statistiche chirurgiche.


Per tale ragione le tecniche chirurgiche sviluppate e introdotte sono diverse.


Lo scopo ultimo e quello di aprire sezionando il ligamento trasverso palmare del carpo, cioè il tetto del tunnel liberando e decomprimendo il nervo.


La tecnica più spesso eseguita prevede una incisione della cute della mano e del ligamento sottostante ma questo pur risolvendo il problema implica una parziale immobilizzazione della mano per la presenza di una cicatrice chirurgica.

Per tale ragione ho adottato, da alcuni anni, una tecnica mininvasiva utilizzando delle guide dedicate per la sezione del ligamento comprimente il nervo SENZA SEZIONARE LA CUTE DELLA MANO.


IL VANTAGGIO BEN IMMAGINABILE E DI NON AVERE FERITE O CICATRICI, A VOLTE DOLOROSE, E SOPRATTUTTO LA MOBILITA ' DELLA MANO E' PRESENTE DA SUBITO SOLO CON UNA LIEVE RIDUZIONE DELLA FORZA NEI PRIMI 8\10 GG

IL PAZIENTE PUO' GUIDARE, MANGIARE, LAVARE LA MANO, SENZA PROBLEMI DI CICATRICE.



20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Casa di Cura Privata Piacenza, Via Morigi 41, Piacenza

 0523 711340

ortopedico fisiatra protesi

  • White Facebook Icon

© 2020 Sergio Freschi Ortopedia  Design by 50.01

logo-sergio-freschi.png